Change Management:

change management

Se c’è una costante nel mondo del business, è il cambiamento. Le aziende capaci di abbracciare e gestire il cambiamento in modo efficace sono destinate a prosperare, mentre quelle che resistono rimangono inevitabilmente indietro. L’arte della gestione del cambiamento aziendale, nota come “Change Management”, è quindi diventata da tempo una strategia fondamentale per il successo

In questo articolo del blog di GSO Consulting, esploreremo le strategie, le tattiche e le migliori pratiche che le aziende leader di mercato utilizzano per navigare attraverso il cambiamento con sicurezza e determinazione. Vedremo come il Change Management non sia solo una disciplina aziendale, ma un’abilità critica per l’adattamento, l’innovazione e la crescita nel mondo moderno.

Significato: Cos’è il Change Management

Il Change Management, definito anche “management of change” e traducibile in italiano come “Gestione del Cambiamento”, è una strategia aziendale che si occupa di pianificare, gestire e guidare le persone e le organizzazioni attraverso i processi di cambiamento. Questi cambiamenti possono riguardare variazioni significative nell’organizzazione interna, nei processi operativi, nelle tecnologie utilizzate e nella cultura aziendale.

L’obiettivo finale del Change Management è quello di far sì che il cambiamento venga implementato in modo efficace ed efficiente, producendo risultati positivi per l’organizzazione e riducendo al minimo il disagio per il personale e per i clienti.

Al momento di voler comunicare al mondo della consulenza azienbdale ed HR l’orgoglio per l’acquisizione da parte di GSO di Del Mare Consulting (che racconteremo più avanti nel prosieguo), abbiamo chiesto a Elisabetta Del Mare di spiegare cosa vuol dire per le nostre società fare del  “Cambiamento in Azienda”:

"Fare cambiamento in azienda significa attivare un processo di azioni trasversali, pianificate e sinergiche, in grado di modificare cultura e comportamenti da vigenti ad auspicati, funzionali per il raggiungimento degli obiettivi strategici. L’insieme di aspettative, valori, prassi, tradizioni, riti, miti, stili di vita e di lavoro sono la cultura di un’impresa e il change management risponde alla necessità delle aziende di attivare una trasformazione originata dalle spinte di un mercato in continua evoluzione, che richiede una costante capacità di innovare vision, strategia, modelli di business e prodotti” 
Elisabetta Del Mare
Equity Partner GSO Del Mare Change and Learning.

Le Fasi del Processo di Change Management

Per essere efficace, un processo di gestione del cambiamento va disegnato dall’inizio alla sua conclusione, per avere una visione complessiva delle attività da portare a compimento, e per sviluppare un piano efficace ma al contempo realistico da concretizzare e sostenibile sia operativamente che economicamente. 

Le attività relative alla gestione del cambiamento aziendale si possono quindi dividere in più fasi:

  1. Identificazione delle necessità di cambiamento
  2. Progettazione di un piano di transizione
  3. Comunicazione efficace del progetto
  4. Adozione di nuove tecnologie
  5. Formazione e coinvolgimento dei dipendenti 
  6. Assunzione di nuove figure professionali qualora necessario 
  7. Monitoraggio dei progressi e adattamento continuo alle sfide incontrate

HR e Change Management

Durante l’implementazione di un piano di Change Management, uno degli aspetti più complessi da gestire è proprio la ricezione del processo di cambiamento da parte del capitale umano. È quindi fondamentale saper accompagnare le persone, per natura tendenzialmente avverse al cambiamento, verso nuove abitudini e obiettivi.

Nel mondo delle HR, l’attività di Change Management ha lo scopo di facilitare il processo di cambiamento, gestire la transizione e minimizzare l’eventuale diffidenza o resistenza che le persone coinvolte possono opporre nei confronti delle nuove operatività, particolarmente quando sono abituate a modus operandi rimasti inalterati per molti anni.

Le Aree di Intervento del Change Management

Sempre all’interno del settore delle HR, il Change Management può intervenire per coprire diversi aspetti, che vanno dai dipendenti, ai manager, all’intera cultura aziendale. Approfondiremo quindi ora ciascuno di questi aspetti.

Change Management e Risorse Umane

Le HR svolgono un ruolo cruciale nella comunicazione dei cambiamenti, nel coinvolgimento dei dipendenti e nella gestione delle risorse umane durante il processo di cambiamento. Lavorano per garantire che i dipendenti siano informati, preparati e supportati durante il cambiamento. 

Oltre a questo, i consulenti HR possono contribuire alla definizione degli indicatori di performance (KPI) e al mantenimento di una cultura organizzativa coesa, che agevoli il mutamento. Questa collaborazione sinergica migliora il successo complessivo dei progetti di cambiamento aziendale.

Digital Change Management

Il Digital Change Management si concentra sull’implementazione efficace dei processi di trasformazione digitale all’interno di un’organizzazione, anche qui l’adeguata preparazione dei dipendenti gioca un ruolo chiave.

La trasformazione digitale delle risorse umane si sviluppa in diverse fasi:

  • Prima di tutto vanno individuate le competenze necessarie per utilizzare con successo le nuove tecnologie introdotte in azienda. Segue una fase di assessment, condotta mediante test per la valutazione delle competenze digitali e del cosiddetto “digital mindset” (la prontezza digitale) dei dipendenti.

     

  • In base alla risultanze dell’assessment, vengono quindi pianificati dei percorsi di formazione. I dipendenti possono essere preparati alla trasformazione digitale mediante un Digital Mindset Training e formati all’utilizzo delle nuove tecnologie mediante attività di Upskilling e Reskilling, volte all’acquisizione di nuove competenze e alla riqualificazione in vista dell’assegnazione a nuove mansioni.
     

Change Management Recruitment

Una volta completato il processo di valutazione delle competenze digitali e di formazione delle risorse, sarà possibile colmare le competenze ancora latenti in azienda mediante un’attività di recruitment ad hoc, volta a individuare professionisti ad hoc capaci di ricoprire ruoli strategici e spesso molto nuovi, ma fondamentali per la buona riuscita del processo di cambiamento aziendale.

La divisione di GSO che si occupa di valutazione delle competenze informatiche, formazione e di digital head hunting per la ricerca di personale qualificato in ambito digitale è GSO HR Digital.
 

Change Management e Leadership

Change Management e Leadership sono due elementi strettamente interconnessi nel contesto di un piano di riorganizzazione aziendale.

Mentre il piano di Change Management fornisce le strategie, gli strumenti e il supporto necessari per implementare con successo il cambiamento pianificato, una leadership forte è essenziale sia per definire e comunicare una visione chiara del cambiamento, sia per ispirare e guidare i dipendenti attraverso il processo.

I leader devono quindi essere capaci di dimostrarsi eccellenti comunicatori, in grado di trasmettere in modo efficace la visione, gli obiettivi e la ragione del cambiamento ai dipendenti. Questa comunicazione costante e chiara sarà il fattore chiave per coinvolgere e motivare il personale a superare le resistenze.

Durante un processo di Change Management, i manager devono lavorare per fornire il supporto necessario durante il cambiamento, rimuovendo gli ostacoli e assicurandosi che siano disponibili le risorse adeguate. Devono anche essere dei modelli di comportamento, mostrando coerenza tra ciò che dicono e ciò che fanno.

Infine, i leader devono contribuire a creare una cultura che sia aperta al cambiamento e che valorizzi l’innovazione, rimanendo aperti ai feedback da parte dei dipendenti e vigili nel prendere decisioni rapide per adattarsi alle necessità sopravvenute.

A tal fine, la nostra divisione specializzata, GSO Del Mare Change & Learning, può prevedere all’interno di un piano di gestione del cambiamento in azienda anche dei corsi di formazione alla leadership, per potenziare le abilità di leader dei manager aziendali.
 

Cambiamento Culturale in Azienda

Un processo di ristrutturazione aziendale può essere il momento adeguato per introdurre anche un cambiamento della cultura aziendale. 

La definizione di una nuova visione e missione aziendale è spesso il punto di partenza di un processo di cambiamento e, alle volte, il cambiamento culturale è addirittura il primo obiettivo dell’attività di cambiamento in azienda.

Il cambiamento culturale in azienda è un processo strategico e organizzativo finalizzato a trasformare gli atteggiamenti, le credenze, i valori e i comportamenti dei dipendenti, nonché la mentalità generale all’interno dell’organizzazione. Questo tipo di cambiamento mira a creare una cultura aziendale più adatta agli obiettivi e alle sfide dell’azienda stessa, spingendo verso una maggiore innovazione, adattabilità alle dinamiche di mercato, orientamento al cliente e collaborazione al raggiungimento degli obiettivi di produzione e di vendita.

Il Change Management per la Diversity & Inclusion

All’interno di un processo di cambiamento culturale in azienda, Diversità e Inclusione sono due dei più moderni concetti di concetti di relazione tra colleghi e con i clienti. 

Creare un ambiente di lavoro equo e inclusivo implica il riconoscimento dell’importanza della diversità, l’ascolto e il rispetto di tutti i punti di vista e l’adozione di misure per garantire che i cambiamenti organizzativi considerino e supportino la diversità in tutte le sue forme, come genere, razza, età, orientamento sessuale, disabilità e background culturali.

I benefici di un ambiente di lavoro diversificato e inclusivo vanno al di là dei singoli dipendenti, ma si estendono anche a vantaggio di tutta l’azienda e dei suoi clienti: coinvolgimento, fedeltà, produttività, creatività, capacità decisionali e il morale delle risorse umane riusulteranno aumentati, con beneficio diretto sulla performance generale. Accogliendo i contributi unici che individui di ogni provenienza possono apportare a un’organizzazione, si avrà l’opportunità di sfruttare il potenziale non sfruttato e di promuovere l’innovazione.

Tra le prime società a dedicarsi alla diversità e inclusione in azienda, GSO Change & Learning fornisce anche degli innovativi diversity training programs e un servizio specialistico di Diversity Management.

Tool e Strumenti per il Change Management:

Quando si parla ti strumenti per il change management, si possono intendere 2 tipi di tool informatici:

  1. Strumenti psicometrici, software e HR tool specifici che vengono impiegati dutante il processo di cambiamento dai addetti alle risorse umane e consulenti HR per l’assessment, la gestione e la formazione delle risorse umane.

     

  2.  SAAS in grado di migliorare l’efficienza del lavoro e la performance commerciale, come i tool collaborativi e di gestione dei progetti, i software di customer care e CRM (Customer Relationship Management), le piattaforme e i tool di marketing digitale.

Mentre i primi sono appannaggio degli addetti ai lavori in ambito HR, i secondi vengono introdotti in uso ai dipendenti e necessitano normalmente di training dedicati, a volte forniti dalle stesse aziende che forniscono i software, altre volte dai consulenti HR specializzati nei diversi ambiti.

I Corsi di Change Management:

Nell’ambito della formazione al cambiamento, GSO Consulting fornisce corsi di change management pensati per permettere alle risorse di sviluppare un mindset corretto in ambito di:

  • Project Management
    Forniamo ai corsisti un modello pratico che descrive i principali passi per gestire un progetto con successo, e le soft skills necessarie per gestire tali progetti.

     

  • Risk Taking & Innovazione
    Alleniamo gli stili di pensiero che facilitano l’acquisizione di un mindset imprenditoriale nei confronti dell’innovazione, la capacità di assunzione di rischi calcolati, la consapevolezza sugli ostacoli all’innovazione e i metodi e le strategie per farvi fronte.

  • Team Effectiveness Framework
    Aiutiamo a gestire e valorizzare l’identità dei Team aziendali e a favorire l’evoluzione potenziando lo spirito di squadra, promuovendo la cultura della collaborazione e individuando le aree di miglioramento.
  • Essere “Change Enabler”
    Forniamo alle aziende gli strumenti per sviluppare la capacità di “open – thinking”, per affrontare in modo più efficace la complessità e l’incertezza, e per rafforzare la self-confidence e il modo di interpretare il ruolo al fine di generare valore.
  • Learning Agility & Adaptive Learning
    Aiutiamo ad allenare l’auto-riflessione come strumento per lo sviluppo personale, l’apertura mentale e la “learning agility” tramite l’utilizzo del nostro  test proprietario “FLORA INCLUSION”, che permette di conoscere  le meta-competenze alla base del proprio stile di apprendimento di preferenza. 
  • Think out the box
    Insegnamo alle aziende ad affrontare i cambiamenti in modo proattivo, per trovare nuove soluzioni a situazioni di stallo o criticità grazie allo sviluppo di un pensiero divergente. Lavoriamo inoltre per sviluppare flessibilità, creatività, e adattabilità rispetto al proprio contesto lavorativo in continuo cambiamento
  • Thinking like Sherlock Holmes
    Durante un processo di change management, risulta necessario acquisire consapevolezza sulle proprie skills di analisi, problem solving e decision making utili ad allargare le proprie aree di comfort e di competenza per risolvere i problemi in modo «divergente». Questo corso permette, attraverso l’analisi e la risoluzione dei casi investigativi, di mettere a punto un metodo concreto di problem setting e solving metodologico.
  • Pragmatica della negoziazione umana
    Aiutiamo a rafforzare le capacità empatiche per comprendere e interpretare i bisogni altrui. Ciò risulta fondamentale per acquisire competenze legate alla negoziazione, utili a mettere in atto strategie “win-win” e a costruire partnership di successo.
  •  

Il Change Manager

Il Change Manager (anche “manager of change”) è una figura professionale che può essere interna all’azienda oppure un consulente HR esterno; è responsabile di guidare, coordinare e facilitare il processo di cambiamento in modo che sia efficace in ogni sua fase, minimizzando le resistenze interne, definendo i KPI da tenere sotto controllo e monitorando la progressione delle operazioni in modo che rimanga efficiente e sostenibile in ogni momento, fino alla sua completa riuscita.

La presenza di un Change Manager esperto o di un intero team di Change Management può fare la differenza tra un’operazione di cambiamento aziendale che va a buon fine nei tempi e con i costi pianificati, rispetto a un processo che non riesce o si interrompe, comportando costi maggiori e causando a perdite anche gravi sia di fatturato che di credibilità nei confronti dei clienti e dei dipendenti stessi.

Continuous Change

Il continuous change o “cambiamento continuo,” è un concetto molto nuovo che si riferisce all’adozione di una filosofia aziendale in cui l’organizzazione abbraccia il cambiamento come parte integrante della sua cultura e delle sue operazioni quotidiane. In questo approccio, il cambiamento non è visto come un evento occasionale o una risposta a una crisi, ma come una strategia di costante e necessaria evoluzione, secondo cui il cambiamento viene gestito in modo incrementale, attraverso piccoli passi che vengono implementati e misurati regolarmente.

Il  continuous change promuove la flessibilità, la reattività e la cultura dell’innovazione e si sta diffondendo sempre di più nelle aziende, in quanto consente di rispondere in modo più efficace ai cambiamenti del mercato e dell’ambiente competitivo.

I Benefici di una strategia di Cambiamento Continuo

Quando ben pianificata e sviluppata all’interno dell’azienda, una politica di continuous change può portare quindi ai seguenti benefici:

  1. Migliore adattabilità alle variazioni del mercato
  2. Migliore efficienza e produttività
  3. Migliore soddisfazione dei clienti
  4. Incrementata performance commerciale

Come implementare politiche di Continuous Change in azienda

Per funzionare, una strategia di cambiamento continuo richiede un impegno da parte di tutte le funzioni dell’azienda: è necessario che tutti i dipendenti siano coinvolti e che vi sia una forte leadership a sostenerla.

I punti chiave per implementare il continuous change con successo:

  1. Adattamento costante: mettersi in discussione ed essere sempre flessibili e pronti a modificare prodotti, servizi e processi per adattarsi ai mutamenti del mercato e alle richieste dei clienti, introducendone di nuovi per rimanere competitivi nel tempo.
  2. Cultura del cambiamento: abbracciare l’innovazione e promuovere l’apertura al cambiamento tra i dipendenti.
  3. Metodologie Agili: è necessario adottare metodologie “lean”, che favoriscono lo sviluppo iterativo, consentendo all’organizzazione di prendere decisioni rapidamente e di apportare piccole modifiche frequentemente.
  4. Feedback e apprendimento: raccogliere continuativamente feedback da dipendenti, clienti e altre parti interessate al fine di  migliorare costantemente i processi e la propria offerta. 
  5. Analisi dei dati: raccogliere dati e confrontarli con i benchmark di settore e con i KPI settati durante il processo.
  6. Risposta proattiva: cercare di anticipare i cambiamenti piuttosto che reagire agli essi. Per fare questo è necessario monitorare le tendenze di settore, l’evoluzione tecnologica e le esigenze dei clienti per essere pronti a prendere decisioni informate.
  7. Leadership proattiva: leader delle aziende impegnate nel continuous change devono fungere da modelli di comportamento aperto al cambiamento e sostenere attivamente iniziative di cambiamento.

Scegli GSO Del Mare Change & Learning per fare Change Management in Azienda

Agli inizi del 2024, GSO Consulting decide il rafforzamento della sua divisione Change & Learning con l’acquisizione di Del Mare Consulting, una delle prime realtà in Italia a occuparsi specificamente di cambiamento in azienda grazie alla visionaria attività del fondatore Giorgio Del Mare, che dal 2014 si è guadagnata una reputazione d’eccellenza nel campo della trasformazione aziendale, della formazione al change management culturale, organizzativo e delle professioni, ponendosi l’obiettivo di guidare le aziende verso la creazione di ambienti lavorativi dinamici e orientati al successo.

Da questa unione nasce Del Mare Change & Learning, tra le cui fila vi sono anche professionisti provenienti dall’esperienza di Wingage, un’altra società pioniera nell’ambito del change management consulting in Italia. Mediante questa rinnovata divisione, GSO Consulting si fa interprete dell’eredità di queste due aziende, dandosi l’obiettivo di supportare le imprese attraverso
progetti di innovazione sia a livello operativo che strategico, per adeguare le aziende al mercato accompagnando i clienti in ogni fase della loro implementazione fino al successo.

Il processo di cambiamento della tua impresa inizia da qui

Leave a Comment